In Primo Piano

Quantisiamo

0

Cittadini immigrati in Campania

Stranieri in Campania: Quanti Siamo?
Con I suoi 164.268 cittadini immigrati, oltre un terzo di tutti quelli presenti nel Sud Italia, la Campania è diventata la regione guida del Mezzogiorno per numero di stranieri residenti.

Il numero rappresenta il 3,5% dei migranti che soggiornano regolarmente nel paese, collocando la Campania al settimo posto tra le regioni italiane, dopo Lombardia, Lazio, Veneto, Emilia Romagna, Piemonte e Toscana.

1. Residenti stranieri nelle Regioni d’Italia al 01.01.2011

Fonte: elaborazione su dati ISTAT

Napoli è la Provincia che ne accoglie il numero più alto: 75.943 sono gli immigrati che abitano sul territorio partenopeo, quasi la metà (46%) dei residenti in Campania. Seguita da Salerno, che ha recentemente scavalcato la Provincia di Caserta, arrivando ad ospitare 38.082 persone, pari al 23%.

Nel Casertano risiedono invece 32.784 cittadini stranieri ed è il territorio della regione in cui più alta è la percentuale (3,5%) della popolazione migrante su quella residente.

Salerno e Caserta sono la terza e quarta tra le province meridionali, dopo Napoli e Bari, in quanto a presenze straniere, precedendo anche importanti capoluoghi di regione come Reggio Calabria e Palermo.

Anche nelle province di Avellino e Benevento, che insieme accolgono poco più del 10% degli immigrati di tutta la Campania (rispettivamente 11.257 e 6.202), il numero delle presenze è in costante aumento.

Alla luce di questi dati la Campania quindi non è più solo una regione di transito ma un territorio in cui trasferirsi stabilmente.

2. I cittadini immigrati nelle provincie campane al 01.01.2011

Fonte: elaborazione su dati Istat

Delle 165 nazionalità rappresentate in Regione, Ucraina, Romania, Marocco, Polonia, Cina, Sri Lanka e Albania sono le comunità di migranti più rappresentate.

3. Principali nazionalità dei cittadini stranieri in Campania al 31.12.2010*

Ucraina
Romania
Marocco
Polonia
Cina
Sri Lanka
Albania

Napoli
18.833
7.290
3.128
5.358
5.958
6.199
1.881

Salerno
7.813
11.106
5.457
1.989
770
214
1.096

Caserta
7.304
5.580
3.013
2.448
797
132
2.786

Avellino
2.255
3.113
1.135
705
526
81
641

Benevento
1.186
2.176
644
340
138
39
250

Fonte: elaborazione su dati Istat

Peculiarità della popolazione immigrata della regione è la netta prevalenza della presenza femminile: 95.728 sono, infatti, le donne non italiane che vivono in Campania e che rappresentano il 58,3% dei cittadini stranieri, contro il 51,3% del dato nazionale.

La marcata presenza femminile si accentua nelle province di Benevento (61,3%), Avellino (61,9 %) e Napoli (60%), contesti in cui tante donne straniere si dedicano ai lavori di cura e alla collaborazione domestica. Il dato si attenua a Caserta (53,3%) e Salerno (57,7%) dove la domanda di lavoro nei campi, nell’edilizia e nelle industrie richiede manodopera prevalentemente maschile.

4. Età dei residenti stranieri al 01.01.2011

Complessivamente si tratta di una popolazione estremamente giovane costituita per l’81% da persone in età lavorativa, di cui oltre la metà ha meno di 40 anni.

I minori sono oltre 25.000 (circa il 15% del totale degli stranieri), e sebbene la loro presenza stia crescendo significativamente, si tratta di numeri ancora bassi se confrontati con il resto del paese, dove l’incidenza raggiunge tassi del 22%. Di questi 15.772 hanno frequentato le scuole campane nell’anno scolastico 2009/2010 (1,5 % sul totale alunni): il 35,6% si è concentrato alle scuole elementari, il 15,6% è andato alla scuola dell’infanzia, il 23,7% si è iscritto alle medie e il rimanete 25,1% ha frequentato la scuola secondaria di secondo grado .

5. Principali settori di occupazione in Campania

Fonte: elaborazione su dati Inail

Il lavoro, sia esso autonomo o subordinato, rappresenta certamente la motivazione più diffusa per la presenza in Campania (55,7%), seguito da tutte le pratiche inerenti il contesto familiare che sono utilizzate dal 37,2 % dei migranti a testimonianza del progressivo livello di stabilizzazione. L’1,4% ha un permesso di soggiorno per motivi religiosi e il rimanente 5,7 % per studio , salute o Asilo Politico.

Nel mercato del lavoro campano, la presenza straniera ha smesso di rappresentare un elemento di novità per divenire parte integrante e fondamentale dello sviluppo del sistema socio economico.

I lavoratori stranieri in Campania sono impiegati soprattutto in agricoltura, edilizia e nei servizi.

In particolare nel settore delle costruzioni trova occupazione il 13,5% dei lavoratori stranieri , uomini soprattutto, provenienti dal Centro e dall’Est Europa e in misura notevolmente minore dall’Africa settentrionale. Nel commercio, sia al dettaglio che all’ingrosso (12,4%), sono prevalentemente occupati lavoratori provenienti da Senegal, Guinea, Cina, Bangladesh e Pakistan; mentre i braccianti agricoli (stagionali e stanziali) occupati in agricoltura (11,9%) provengono in prevalenza dal Nord e dal Centro Africa, dall’Est Europa e dall’India.

Si assiste a un sempre maggiore impiego di lavoratori immigrati anche nei settori alberghiero e della ristorazione (10,4%), della sanità e dei servizi alle famiglie (9,6 %) dove ad essere impiegate sono in prevalenza donne rumene e ucraine.

Fonte: www.stranieriincampania.it

Commenti

Non ci sono commenti

© Copyright Agenzia Stranieri Salerno 2011. Alcuni diritti sono riservati.